Almaviva per la Sanità

Molti gli interventi che questa tecnologia può mettere in atto per migliorare i processi che caratterizzano l’ecosistema Salute e per risolvere punti di discussione attualmente ancora aperti.

Primo fra tutti, la gestione del Procurement dei dispositivi medici (DM), protagonista nel nostro Paese di un’innovazione profonda: l’introduzione dell’approccio “value-based” e la valutazione del beneficio clinico.

La Blockchain si pone, in questo contesto, come strumento di tracciabilità del processo di aggiudicazione e acquisto e di gestione e automazione del processo di fornitura tramite smart contract.

Altro settore di estremo interesse in cui la Blockchain mostra il suo valore è quello della tracciabilità dei kit diagnostici, sia in riferimento a patologie dell’uomo e al monitoraggio dei prodotti alimentari sia per il sequenziamento del genoma. Nell’era post-Covid19 è nata l’esigenza di autenticare ogni kit di test dal produttore al paziente, garantire la privacy attraverso dati crittografati, prevenire la manomissione dei risultati e la perdita dei dati, consentire l’accesso istantaneo al risultato del test e, infine, il tracciamento dei sintomi. In tale cornice, la Blockchain assicura ai consumatori la trasparenza necessaria sulla provenienza e sull’autenticità dei kit.

La Blockchain entra in gioco anche nella conduzione dei Trial clinici i cui costi, durata e tasso di successo dipendono fortemente dalla gestione dei dati. Tracciare il protocollo sperimentale, insieme alle comunicazioni da e verso il paziente, e monitorare i soggetti arruolati dopo gli studi mediante un registro delle reazioni avverse al farmaco su Blockchain, migliora sicuramente l’andamento del trial.

In tema di registri, il riferimento al bio-testamento è d’obbligo. Anche la DAT, insieme alla gestione del consenso, passa attraverso la Blockchain Technology, che apporta vantaggi rilevanti per il paziente e gli operatori coinvolti in termini di certezza del diritto e garanzia del rispetto del diritto all’autodeterminazione nelle scelte terapeutiche di fine vita.

La tracciabilità, infine, rappresenta un vantaggio importante anche nei percorsi operatori ospedalieri dove, in caso di deficit o malfunzionamento di dispositivi medici, occorre dimostrare l’assenza di responsabilità. Per proteggere l’integrità e la qualità di una rete di dispositivi medici interconnessi, di dispositivi medici indossabili, ma anche la gestione stessa dell’intervento chirurgico, l’origine e il percorso delle componenti e la loro funzionalità può essere garantita dalla tecnologia Blockchain.

 

Fonti: Almaviva