Tag Archivio per: sostenibilità

NoicompensiAmoNews

Blockchain Revolution, il Summit e’ sostenibile con NoiCompensiAmo

Blockchain Revolution sigla una partnership con NoiCompensiAmo per rendere la III edizione del Summit on the road sostenibile.

Grazie a questo incontro di intenti coinvolgeremo i nostri Partner attivamente, rendendo le trasferte di tutti loro #Carbon #Neutral, cioe’ neutralizzando le emissioni di Co2 dei viaggi che loro compieranno per raggiungere il Centro Congressi Interbrennero, a Trento.

NoiCompensiAmo inviera’, una volta che i nostri Partner saranno tornati a casa, un Attestato di Compensazione della loro trasferta, personalizzato.

I crediti di carbonio “made in Italy” certificati che ne derivano compensano le emissioni di Co2 di tutti i Partner coinvolti, per il bene della nostra amata Terra.

Il progetto NoiCompensiAmo prevede il calcolo di Carbon Footprint ed eventuale stoccaggio di Carbonio, la valutazione LCA, la redazione del Report di Sostenibilità GHG, la compensazione di CO2eq tramite crediti di carbonio “Made in Italy” e validati da ente terzo, la creazione dell’Attestato di Compensazione, la comunicazione verso i propri stakeholder e la condivisione di un percorso per la riduzione complessiva delle emissioni.

 

 

Parlamento UE alla prova della sostenibilita’ agroalimentare

La prossima settimana a Strasburgo si votera’ la strategia europea per la sostenibilità della filiera agroalimentare.

La strategia “Dal produttore al consumatore” (Farm to Fork), presentata dalla Commissione nel maggio 2020, dovrebbe essere accolta con favore dagli Europarlamentari durante la sessione 18-21 ottobre 2021. In particolare il dibattito si terrà lunedì, mentre una risoluzione sarà votata martedì e i risultati saranno annunciati mercoledì mattina.

I punti su cui dibattere sono:

– l’importanza di promuovere diete sane, rispettose degli animali, di alta qualità e accessibili ai consumatori europei

– la necessita’ che gli agricoltori guadagnino una parte equa del profitto derivante da cibo prodotto in modo sostenibile

– trovare una soluzione al consumo eccessivo di carne e di alimenti altamente processati ad alto contenuto di sale, zucchero e grassi

– ottenere una maggiore sostenibilità in ogni fase della catena di produzione alimentare

– la necessità di maggiori aree destinate all’agricoltura biologica, oltre a obiettivi di riduzione vincolanti per l’uso di pesticidi

– la consapevolezza che tutte le parti in causa, dall’agricoltore al consumatore, devono avere un ruolo da svolgere.

 

Fonte: europarl.europa.eu

ASviS, presentato il 6° Rapporto annuale

“Per il secondo anno il nostro Rapporto viene presentato quando il Paese e il mondo sono alle prese con la più grave crisi pandemica dell’ultimo secolo. Assistiamo alla vulnerabilità dei nostri modelli di sviluppo e delle nostre società e siamo costretti a ricordare che le crisi sistemiche come quella in atto non aiutano il percorso verso lo sviluppo sostenibile”.

Queste le parole di Marcella Mallen e Pierluigi Stefani, presidenti dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, in occasione dell’uscita del sesto Rapporto annuale dell’ASviS, che mostra una situazione profondamente mutata rispetto all’ottobre 2020.

Il Rapporto, realizzato grazie al contributo degli oltre 800 esperti degli Aderenti all’ASviS, propone un’analisi dettagliata del cammino italiano rispetto al raggiungimento dei Goal e Target dell’Agenda 2030, descrivendo, allo stesso tempo, le dinamiche in atto a livello europeo e globale verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs).

“Avvertiamo l’esigenza di iniziare il Rapporto con un grido di allarme e una parola di speranza”, dichiarano Mallen e Stefanini. “Non possiamo più perdere tempo, dobbiamo mettere a frutto tutte le nostre energie per portare avanti un cambiamento”.

 

Clicca qui per leggere il sesto Rapporto annuale dell’ASviS

 

Fonte ed immagini: asvis.it

Adottata la “Carta della Sostenibilità di Firenze”

In attesa del vertice dell’ONU sui Sistemi Alimentare – United Nations Food Systems Summit, che si svolgerà domani, 23 settembre 2021, a New York, i Ministri dell’Agricoltura del G20, a Presidenza italiana, hanno approvato, a Firenze, la Dichiarazione Finale ,detta anche “Carta della Sostenibilità di Firenze”, in cui è stato ribadito l’impegno per raggiungere la sicurezza alimentare, enucleata nelle 3 dimensioni della sostenibilità, ovvero economica, sociale e ambientale.

Insieme ai Ministri dell’Agricoltura dei Paesi membri hanno partecipato anche i vertici delle principali organizzazioni internazionali, tra cui FAO, OCSE, WB, OMC, WFP, OMS, ILO, CGIAR e IFAD.

Il confronto ha avuto come oggetto i 5 temi individuati dalla Presidenza.

In particolare:
– Come combinare le tre dimensioni della sostenibilità nei sistemi alimentari: sfide, opportunità ed esperienze di successo
– Agricoltura sostenibile in tempo di emergenza sanitaria globale: le possibili risposte attraverso l’approccio One Health
– La ricerca come motore della sostenibilità
– Insieme per raggiungere l’obiettivo fame zero: progetti di successo realizzati dai Ministeri dell’Agricoltura
– Contributo del G20 all’imminente UNFSS e alla COP26 di novembre

Saranno in grado le tecnologie, abbracciando una visione umanocentrica delle stesse, di supportare, accelerare e validare il perseguimento dei SDG?

Clicca G20-Agriculture-Ministers-Communique-Final per leggere la “Carta della Sostenibilita’ di Firenze”

(Immagine: Onuitalia.com)

Moda: sostenibilita’ e blockchain

Ieri, presso la Sda Bocconi di Milano, si e’ tenuta la conferenza “The sustainability pledge-Sustainability solutions for the garment and footwear industry”.

Da questo incontro e’ emersa una adesione sempre piu’ numerosa dei brand legati alla moda al progetto di Unece-Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite, dedicato alla tracciabilità di filiera anche (e soprattutto) attraverso la tecnologia Blockchain, in corso di attuazione con Un/Cefact e realizzato in partnership con l’Itc-International trade centre grazie al finanziamento dell’Unione Europea.

Se il 2020 ha visto la tracciabilita‘ in blockchain del cotone come materiale pilota, il 2021 sara’ l’anno della pelle.

Importanti le parole di Maria Teresa Pisani, Economic affairs officer and project lead di Unece, nell’intervista rilasciata a MilanoFinanza, cosi’ come quelle di Giorgio Ravasio, country manager Italia di Vivienne Westwood.

Clicca qui per leggere l’articolo di MilanoFinanza

(Fonte: MilanoFinanza)

 

 

 

Randstad Research, nuove professioni dell’economia circolare, oltre 200 e in continua crescita

Randstad Research ha pubblicato un importante rapporto dal titolo “Le duecento e piu’ professioni dell’economia circolare”.

“Designer circolare”, “gestore della logistica inversa”, ”esperto di blockchain per la sostenibilità” e oltre.

Il rapporto, pero’, non vuole essere “un elenco, questo rapporto vuol proporre un approccio “aperto”. La definizione della costellazione di riferimento dovrebbe rappresentare il vero punto di partenza per chiunque voglia chiedersi di quali risorse umane, poche o molte, ha bisogno nel contesto operativo verso il quale e’ destinato a muoversi e ad evolvere”

Clicca qui per scaricare il Rapporto  e qui le relative Appendici

Blocknote, un altro tassello per costruire l’ecosistema Blockchain in Trentino-Alto Adige

Il 10 e l’11 settembre, a Lavarone, si e’ tenuta la prima edizione di Blocknote, evento organizzato da Revolution Chain Italia,con il patrocinio del Comune di Lavarone.

Due giornate intense dedicate alla Blockchain, dove sono emerse tante realta’ e case use di rilievo per la comunita’ e la sostenibilita’ tout court del territorio, della sua economia e dello sviluppo economico e sociale.

Gli interventi di apertura e chiusura dei lavori sono stati presidiati da Antonio Pasqualin, patron di Blockchain Revolution Summit.

Per vivere le due giornate di Lavarone e gli speech di Antonio Pasqualin e dei partner di Blockchain Revolution Summit clicca qui