iCub 3, il primo robot avatar del Metaverso

iCub3 e’ una evoluzione di iCub, il robot umanoide realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit).

Il team di ricercatori e ricercatrici del laboratorio Artificial and Mechanical Intelligence coordinato da Daniele Pucci dell’Istituto Italiano di Tecnologia – IIT ha testato per la prima volta l’utilizzo di una nuova versione del robot umanoide iCub come avatar fisico di un essere umano, mettendo alla prova il controllo virtuale in remoto delle sue capacità di muoversi nello spazio, manipolare oggetti, percepire stimoli e interagire verbalmente e fisicamente con persone e ambiente.

L’esperimento è stato realizzato in collaborazione con il Padiglione Italia “Comunità Resilienti” alla 17. Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e curato dall’Architetto Alessandro Melis.

Durante l’esperimento iCub 3 visita gli spazi e ammira le opere del Padiglione Italia a Venezia, riproducendo i comandi che l’operatore gli impartisce da Genova, consentendo a quest’ultimo di essere trasportato in maniera immersiva in un’altra realtà senza muoversi dal laboratorio. Tutto questo è possibile grazie al sistema definito di tele – esistenza sviluppato da IIT che permette di sincronizzare l’utente a Genova con il proprio avatar remoto, il robot iCub 3 a Venezia, con un ritardo di comunicazione di circa 25 millisecondi e utilizzando una comune fibra ottica.

 

Leggi qui il Comunicato dell’IiT

Clicca qui per vedere il video del progetto

Fonti e immagini: Istituto Italiano di Tecnologia